Il linguaggio delle api

Le api sono insetti sociali che vivono in famiglie costituite da migliaia di individui. Ma come comunicano tra loro questi piccoli grandi animali? Come comunicano tra loro le informazioni riguardo la posizione dei fiori?

Possiamo rispondere a questa domanda grazie agli studi effettuati da Karl Von Frisch, biologo austriaco che per le scoperte sulla biologia delle api ha ricevuto il premio Nobel nel 1973. Dopo numerose e attente ricerche Von Frisch ha osservato che le api per comunicare la scoperta di una fonte di cibo eseguono sui favi delle straordinarie evoluzioni da lui chiamate danze. Il biologo ha messo in evidenza due tipi di danze: la danza circolare e la danza dell’addome.

La danza circolare

La danza circolare viene eseguita dalle api “esploratrici” per segnalare la presenza di un fiore (di acqua o di propoli) situato nelle vicinanze dell’alveare, ad una distanza inferiore ai 100 m. Una volta rientrata nell’alveare la piccola ape si libera del bottino e inizia una sorta di danza circolare sulla superficie del favo: muovendosi velocemente e cambiando continuamente il senso di rotazione crea dei piccoli cerchi. Le compagne seguono i suoi movimenti con attenzione e, alla fine della danza, sono pronte per spiccare il volo e cercare il cibo indicato. Al loro rientro nell’alveare eseguono anche loro la danza circolare così da informare le operaie rimaste all’interno.

La danza dell’addome

La danza dell’addome o danza scodinzolante è diversa da quella circolare e viene eseguita da un’ape esploratrice quando la fonte di cibo (di acqua o di propoli) si trova ad una distanza superiore ai 50-100 metri. Durante questa danza l’ape, circondata dalle altre operaie, compie dei movimenti che formano approssimativamente una figura simile ad un otto. Inizialmente l’ape percorre un tratto rettilineo, poi gira a destra descrivendo un semicerchio e torna al punto di partenza; ripercorre il tratto rettilineo muovendo velocemente l’addome e gira a sinistra formando un altro semicerchio e tornando al punto di inizio.

La danza circolare e la danza dell’addome sono due diverse espressioni del linguaggio delle api. Attraverso tutti questi movimenti le api riescono a darsi tutte le informazioni utili riguardo il tipo di risorsa da cercare e la sua posizione.

Abbiamo descritto brevemente queste due danze, ma le api comunicano anche in altro modo, attraverso i feromoni, le vibrazioni e i ronzii e gli assaggi. I feromoni sono ormoni prodotti dalle api, sono impercettibili all’uomo e rappresentano dei veri e propri messaggi chimici. Sono utili alla regina per controllare la riproduzione nell’alveare e svolgono anche un ruolo nella difesa dello stesso. Le vibrazioni e i ronzii creati dal movimento delle ali variano di intensità e frequenza in base alla situazione e al messaggio che vogliono trasmettere: in caso di allarme le api agiteranno rapidamente le ali e si muoveranno velocemente nell’alveare. L’assaggio viene utilizzato per comunicare la presenza di una fonte di cibo: l’ape che ha scoperto il nettare ne rigurgita un pò per farlo assaggiare alle sue compagne che attraverso l’assaggio raccolgono le informazioni necessarie sul nettare e sulla sua provenienza.

Il mondo delle api è straordinario! Complesso si, ma meraviglioso!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *